IL NEMICO IN CITTA'

LA PSICOANALISI SENZA LETTINO
Ciclo di seminari per la cittadinanza

Giovedì 26 Febbraio 2015 ore 20.00
IL NEMICO IN CITTA’
Forme di aggregazione violenta in città
Dalla paura del diverso alle forme di psicosi paranoica

Sala del Consiglio - Piazza Roma, 5
Castelvetro di Modena

Gli incontri, gratuiti ed aperti all’intera cittadinanza, saranno tenuti dal Dr. Maurizio Montanari, Psicoterapeuta psicoanalitico di LiberaParola

 

LAVORARE STANCA, NON LAVORARE UCCIDE

Un seminario permanente ed itinerante sul territorio  di Modena e provincia relativo alla crisi da fine lavoro.
Questo il nome che abbiamo dato ad un progetto di seminari itineranti che vedranno la nostra presenza, nel corso di tutto il 2015, nella città di Modena  e in diversi paesi e città  della provincia.

Sala del Consiglio, Municipio di Castelvetro Piazza Roma, 5 - con inizio alle ore 20

Giovedì 12 Febbraio 2015
LAVORARE STANCA, NON LAVORARE UCCIDE

Precarizzazione dell'esistenza - Il mutamento della funzione sociale del lavoro - Perchè la fine del lavoro non deve essere la fine vita

I casi di suicidio legati alla crisi economica costituiscono un’emergenza crescente, testimoniata dalla recente ricerca dell’Osservatorio sulla salute nelle Regioni italiane, secondo la quale proprio la crisi, almeno in Italia, avanza verso il primo posto tra le motivazioni che spingono al suicidio.  A questo si affianca un incremento nell'uso di psicofarmaci legato all'aumento di depressioni, attacchi di panico, abuso di sostanze stupefacenti, fuga nel gioco d'azzardo.  Oltre a ciò, la perdita trasversale dell'occupazione ha determinato la slatentiizzazione di stati psicotici per i quali il lavoro era a tutti gli effetti un medicamanto.Perché perdere il lavoro, oggi, si tramuta sempre più in un’inappellabile sentenza di fine corsa? Quale è il canovaccio nascosto dietro alle parole di tanti pazienti i quali aprono le loro sedute con frasi quali il lavoro per me è tutto? L‘attuale ‘società liquida’ attribuisce al lavoro una valenza diversa rispetto al passato: non più un mero strumento di sostentamento economico o riscatto sociale in un mondo ben strutturato e capace di sostenere l’uomo in tutti i passaggi della vita, quanto uno dei pochi punti di tenuta in un legame sociale che è andato allentandosi nel corso di poche generazioni.  Nella prima settimana di Marzo del 2014  la nostra equipè è stata chiamata a relazionare al XXII Congresso Europero di Psichiatria, tenutosi a Monaco di Baviera.In quell'occasione abbiamo esposto i risultati delle nostre ricerche,frutto delle constatazioni dervate dalla pratica clinica portata avanti sul territorio da sei anni.

Questa serata vuole affrontare il tema del disagio individuale causato dalla  fine del lavoro e mettere a confronto  politici, amministratori locali, esponenti del mondo del lavoro e dei sindacati. Nonchè i soggetti interessati, vale a dire coloro quali dal mondo del lavoro sono stati sbalzati fuori, pagandone le conseguenze più dolorose.

L'iniziativa ha avuto il patrocinio dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna.

Scarica la brochure (fronte) (retro)

 

GLI IMBROGLI DEL CORPO

LA PSICOANALISI SENZA LETTINO
Ciclo di seminari per la cittadinanza

Le forme del disagio contemporaneo (crisi di angoscia, attacchi di panico, depressioni, disturbi del comportamento alimentare, forme di aggregazione violenta) interessano oggi una parte sempre più ampia della popolazione. Come intercettare, trattare e dare spazio a tali forme di disagio?

 

Sala del Consiglio, Municipio di Castelvetro Piazza Roma, 5 - con inizio alle ore 20

Giovedì 29 Gennaio 2015 ore 20.00
UNA VITA SENZA PESO
I disturbi del comportamento alimentare: anoressie e bulimie
I disturbi del comportamento alimentare nella nostra Provincia interessano almeno 2500 persone. Ogni anno i nuovi casi di anoressia e bulimia i stimano tra i 180 e i 200. A livello nazionale, 3 milioni di giovani, tra i 13 e i 15 anni offrono di queste malattie, patologie subdole e silenziose che rappresentano la prima causa di morte per malattia tra le ragazze tra i 12 e i 25 anni. Nell’80% dei casi, anoressia e bulimia sono due facce della stessa medaglia e i manifestano insieme nello stesso oggetto. Poi ci sono forme più gravi, rappresentate dall’anoressia restrittiva, in cui si sceglie di cessare di alimentarsi, senza ricorrere a crisi bulimiche e abbuffate. I disagi del comportamento alimentare interessano anche l’universo maschile – anche se tra i ragazzi la casitica è infinitamente più bassa, rispetto a quella femminile – e in questi casi si parla di vigoressia od ortoressia, ossia la ricerca spasmodica e ossessiva della corretta alimentazione e parallelamente della costruzione e del rimodellamento del corpo, sottoponendosi ad allenamenti intensi. Una fotografia decisamente inquietante, questa, di un fenomeno del tutto occidentale e moderno, di cui in effetti, l’opinione pubblica conosce una minima parte.
Le anoressie e le bulimie spesso insorgono dopo una dieta drastica fatta senza il supporto di un nutrizionista. In genere sono i genitori e gli amici che i accorgono dell’eccessiva magrezza o di comportamenti insoliti, come ad esempio un’ossessiva attenzione alle calorie, il rifiuto del cibo, l’assunzione di lassativi, l’eccessiva attività sportiva e soprattutto andare in bagno dopo mangiato. Il peso diventa il se si accompagna spesso a un ritiro sociale, a una chiusura in sé stessi. Poi ci sono segnali che il medico di famiglia e il dentista possono accertare come ad esempio la corrosione dello smalto dei denti. Un ruolo fondamentale per il contenimento e la cura di queste patologie è giocato dalla prevenzione. Questo incontro nasce con questi obiettivi.

Nel corso della serata si risponderà alle domande di familiari, amici e operatori che ogni giorno affrontano l’emergenza e l’urgenza dei disturbi alimentari.
Gli incontri, ad ingresso libero, sono tenuti dal Dr. Maurizio Montanari, Psicoterapeuta psicoanalitico.
Sala Consigliare del Comune di Castelvetro, Piazza Roma 5
Si ringrazia l’Unione Terre di Castelli per il contributo.

Scarica la brochure (fronte) (retro)

   

In primo piano

No images

Eventi

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

Consigli per la lettura

Clinico Contemporaneo

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

Chi è online

 33 visitatori online